Spriulina

Arriva dal passato l’alimento del futuro ?

Scientificamente la spirulina è un cianobatterio, un organismo unicellulare fotosintetico che vive in
colonie in forme filamentose a forma di spirale.


Un tempo i cianobatteri (Cyanobacteria) erano impropriamente chiamati anche alghe azzurre, alghe
verdi-azzurre o cianoficee.
La spirulina è un cianobatterio fotosintetico perché, come le piante acquatiche, svolge la fotosintesi clorofilliana.


La spirulina viene quindi erroneamente chiamata "alga spirulina" per questa impropria
classificazione del passato ed in più, perché, nel consumatore, la parola "batterio" ha molto spesso
una valenza negativa.
La Spirulina, uno dei primi organismi comparsi sulla superficie terrestre più di 3 miliardi di anni fa.

spirulina-g3-1.jpgspirulina-g3-1.jpg

Una piccola alga d’acqua dolce

La spirulina è una piccola alga d’acqua dolce, più esattamente è un Cianobatterio, di dimensione
microscopica ( 40/50 micron) e di forma spiralata, che si sviluppa in svariati laghi della fascia
equatoriale, Lago Lonar in India, Lago Ciad ai confini di Ciad Camerun Nigeria e Niger, Lago
Texcoco in Messico ed in altri laghi minori della fascia Equatoriale.

Si tratta di un organismo
microscopico a forma di spirale di colore blu-verde la cui lunghezza è di circa 30 /50 micron,
equivalente al diametro di un capello, che si riproduce per divisione.

alga.webpalga.webp

Cenni storici

Riscoperta alla metà degli anni 50 dal botanico Jean Lèonard, la spirulina era già nota ai tempi del
conquistador Cortès. I primi documenti relativi a questo nutrimento datano il 1524 quando Frà Toribo
da Bonavente cita tra i suoi scritti, la consuetudine delle popolazioni Azteche che vivevano ai bordi
del lago Texcoco di mangiare una galletta blu-verde chiamata Tecuitlatl.

Si narra inoltre, che
l’imperatore Montezuma adorasse il pesce di mare, nonostante il suo palazzo di Mexico distasse 300
km dal mare e fosse a 2000 metri di altitudine. A quell’epoca il nuovo mondo non conosceva ancora
il cavallo... e così per soddisfare questa sua passione, staffette di “corridori del pesce”, alimentandosi
principalmente con la spirulina, riuscivano a soddisfare i suoi gusti.

In Africa sin dalla notte dei tempi
la popolazione dei Kanembu, stanziale sulle rive del lago Ciad usa raccogliere la spirulina per poi
farla seccare direttamente sulla sabbia accomodata a forma di conca in modo da poter contenere la
spirulina che così viene fatta asciugare, per poi trarne delle gallette chiamate “Dihè” che vengono
usate per l’alimentazione domestica oltre che per essere rivenduta sui mercati. Attività questa della
raccolta e commercio della spirulina interamente ad appannaggio delle donne.

Sprulina_G_25.jpgSprulina_G_25.jpg

Valori Nutrizionali

La Spirulina è un integratore naturale di origine vegetale.
E’ l’alimento naturale più completo dopo il latte materno.
E’ una fonte di Proteine, Vitamine, Sali minerali, e acidi grassi essenziali (Omega 3 e 6), e antiossidanti.
Racchiude in se tutti i 21 Amminoacidi, compresi gli 8
essenziali
E’ inoltre una eccezionale fonte di pigmenti: beta-carotene, ficocianina, zeaxantina, xantofille e clorofilla.


Se assunta regolarmente alla dose di 5 o più grammi al giorno, permette di ottenere apprezzabili miglioramenti del nostro stato di salute psico-fisico.

Sprulina_G_27.jpgSprulina_G_27.jpg

I suoi benefici sul nostro organismosi manifestano sotto moltepliciaspetti:

- Colmando le carenze in Vitamine e Sali minerali.
- Aumentando le difese immunitarie.
- Abbassando i livelli di Colesterolo, Glicemia e pressione
arteriosa.
- Rinforzando le unghie, e dando volume ai capelli.
- Aumentando energia, resistenza e tono muscolare.
- Disintossicando il nostro organismo da tossine e metalli
pesanti. E’ ad esempio consigliata dopo un ciclo di chemio
o radio-terapia, e a persone convalescenti o debilitate.

E’ controindicata a persone affette da:

Emocromatosi, Fenilchenoturia, e a chi ha assume immuno-depressori a seguito di un trapianto d’organo.

Sprulina_G_26.jpgSprulina_G_26.jpg

Vuoi altre informazioni?